Indagini / La nuova libreria fa rima con periferia

Maria Teresa Carbone Dieci anni fa, nei primi mesi del 2011, il miliardario russo Aleksandr Mamut (residenza a Mosca, seconda casa a Kensington, Londra) comprò per 53 milioni di sterline la maggiore catena di librerie nel Regno Unito, Waterstones. A dispetto della cifra relativamente bassa, l'acquisto parve arrischiato: la catena era in crisi da tempo … Continua a leggere Indagini / La nuova libreria fa rima con periferia